domenica, 21 Luglio 2024
adv
HomeIntermodaleNuovo terminal ro-ro di Cagliari: aggiudicati i lavori da 290 milioni di...

Nuovo terminal ro-ro di Cagliari: aggiudicati i lavori da 290 milioni di euro

La struttura, collocata nel Porto Canale, sarà dotata di 6 ormeggi e 5 piazzali per circa 2.500 stalli per semirimorchi

adv

Sarà il raggruppamento di imprese costituito da Rcm Costruzioni Srl, Fincosit Srl, Società Italiana Dragaggi Spa e Impresa Pellegrini Srl a realizzare il nuovo Terminal Ro-Ro del Porto Canale di Cagliari.

Lo ha reso noto l’Autorità di Sistema Portuale sarda: “È di oggi la firma del decreto di aggiudicazione dei lavori, per un importo di poco superiore ai 287 milioni di euro (più 3 milioni e 800 mila per oneri di sicurezza), e un quadro economico di intervento di quasi 338 milioni, di cui 99,35 milioni finanziati con fondi Pnc complementari al Pnrr. Riduzione del 2,46 per cento anche sui tempi di esecuzione, che dovranno concludersi 45 giorni prima rispetto ai 5 anni previsti dal bando, così come saranno numerose le migliorie tecniche offerte dalle imprese vincitrici”.

Gli uffici dell’AdSP, che hanno portato a termine l’iter di gara in poco meno di due mesi dalla pubblicazione del bando, aggiungono: “Imponenti gli interventi previsti per la realizzazione, ex novo, dello scalo commerciale che, una volta completato, accoglierà tutto il traffico di traghetti e navi ro-ro attualmente all’ormeggio nel porto storico. L’opera, situata nel settore occidentale del Porto Canale, prevede complessivamente 6 ormeggi, un bacino di manovra da 11 metri di fondale, e sarà suddivisa in 5 piazzali che ospiteranno circa 2.500 stalli per la sosta dei semirimorchi, compresi 52 per lo stazionamento delle merci pericolose”.

“Entriamo ufficialmente nella fase operativa del più grande appalto, sia per valore economico che per impegno della struttura, finora bandito dall’AdSP” è stato il commento di Massimo Deiana, presidente dell’Adsp del Mare di Sardegna: “Un risultato storico che, grazie al lavoro certosino e costante della struttura, è stato raggiunto in tempi rapidissimi, e consentirà all’Ente il pieno rispetto delle tempistiche di spesa dei fondi complementari al Pnrr. I lavori, che partiranno nel mese di febbraio 2024, una volta completata la progettazione esecutiva a carico dell’appaltatore, proseguiranno divisi in vari step per i prossimi 5 anni. Il primo obiettivo, invece, relativo alla spendita dei fondi complementari al Pnrr, si dovrà concludere entro il dicembre 2026”.

adv
adv
ARTICOLI CORRELATI
adv

Più popolari

adv