domenica, 21 Luglio 2024
adv
HomeLogisticaPiemonte e Liguria: sinergie importanti in ottica logistica

Piemonte e Liguria: sinergie importanti in ottica logistica

I recenti interventi infrastrutturali stanno facendo da volano a un tentativo di rafforzare i legami tra retroporti piemontesi e banchine liguri

adv

La Liguria ha sempre avuto una limitata disponibilità di spazio, un problema particolarmente rilevante per la sua industria logistica. Sebbene il Piemonte offra ampie pianure, non sempre si è riusciti a creare una sinergia efficace tra i porti liguri e i retroporti piemontesi, come dimostrato dall’interporto di Rivalta Scrivia. Tuttavia, l’imminente completamento del Terzo Valico ferroviario (previsto per il 2026) e il progetto della Zona Logistica Semplificata (Zls) stanno stimolando nuove iniziative logistiche, soprattutto nell’Alessandrino.

Il sistema logistico piemontese ruota attorno a tre principali interporti: il Cim di Novara, il Sito di Torino-Orbassano e Rivalta Scrivia. Numerosi progetti sono in corso, tra cui il polo logistico di Alessandria Smistamento, il riqualificato scalo ferroviario di San Bovo a Novi Ligure, e il polo logistico di Torre Garofoli vicino a Tortona. Arquata Scrivia vede avanzamenti con un nuovo magazzino e potenziali sviluppi nell’area ex Cementir.

La compagnia marittima MSC ha rafforzato la sua presenza nell’interporto di Rivalta Scrivia, entrando con il 50% nella società di gestione Rail Hub insieme al Gruppo Gavio. Il Piemonte è strategicamente posizionato tra i corridoi europei Genova-Rotterdam e Lisbona-Kiev, con 14 comuni piemontesi candidati per la nascente Zls del porto di Genova. Questa regione ha sviluppato un solido sistema di centri logistici d’eccellenza, principalmente nelle aree dell’Alessandrino, Novara e Orbassano.

adv
adv
ARTICOLI CORRELATI
adv

Più popolari

adv