mercoledì, 19 Giugno 2024
adv
HomeIntermodaleGruppo FS, in Calabria il primo treno alimentato a HVO

Gruppo FS, in Calabria il primo treno alimentato a HVO

Il Gruppo FS ha iniziato le sperimentazioni negli scorsi mesi sia sulla propria flotta diesel che sugli autobus di Busitalia, con risultati più che positivi.

adv

Ha viaggiato tra Sibari e Reggio Calabria il primo treno del Gruppo FS Italiane alimentato esclusivamente con HVO – acronimo che sta per olio vegetale idrotrattato, un biocarburante prodotto da materie prime di origine rinnovabile – fornito da Eni Sustainable Mobility che può contribuire alla riduzione di oltre l’80% delle emissioni di CO2. Il primo viaggio commerciale con viaggiatori a bordo si è svolto con successo in Calabria con il treno ibrido Blues di Trenitalia. Un viaggio andata e ritorno tra le due città calabresi di 700 chilometri, per 13 ore di servizio operativo, che ha rappresentato un traguardo importante per il Gruppo guidato dall’amministratore delegato Luigi Ferraris, coerente con la strategia di individuare alimentazioni alternative al gasolio sulle linee ancora oggi non elettrificate.

L’utilizzo dei biocarburanti rientra a pieno in questa strategia e s’inquadra nei più ampi obiettivi – fortemente delineati dallo stesso Ferraris – di realizzare un ecosistema di mobilità integrata, più sostenibile e digitale, e di raggiungere la carbon neutrality al 2040, dieci anni prima dei parametri fissati dall’Europa. Il treno, mezzo già più sostenibile rispetto ad altre forme di trasporto collettivo e privato, con l’utilizzo del biocarburante HVO riduce ulteriormente il suo impatto in termini di emissioni di CO2. In questo modo il treno ibrido Blues di Trenitalia, che già può viaggiare anche a batteria oltre che con il pantografo, utilizzando il biocarburante diventa ancora più “green”.

adv
adv
ARTICOLI CORRELATI
adv

Più popolari

adv